Pubblicazioni

Tutte le pubblicazioni

CHIRURGIA PERCUTANEA DEL PIEDE

  19 Mag 2018

La correzione chirurgica dell’alluce valgo e delle patologie associate serve a migliorare la qualità della vita ;  non bisogna temerla e basta discutere la propria situazione con il chirurgo.
Il ruolo del chirurgo è di mettere a disposizione del paziente le più moderne tecniche esistenti e fornire le informazioni necessarie per poter prendere la decisione giusta .
Oggigiorno è possibile correggere l’alluce valgo ed altre patologie del piede ( dito a martello . metatarsalgie, V dito varo, alluce rigido, la malattia di Haglund, la malattia di Morton  ecc ) in un unico intervento con cicatrici puntiformi  e senza mezzi di sintesi grazie alla tecnica percutanea miniinvasiva 
Nata negli Stati Uniti e successivamente importata in Spagna, dove è stata efficacemente approfondita e protocollata, grazie al superbo lavoro del dott. Mariano de Prado e del Dott. Stephen Isham , questa tecnica si è sempre più imposta grazie agli straordinari risultati ottenuti e grazie alla sempre più im- ponente casistica chirurgica.
I vantaggi di questa tecnica sono il decorso post-operatorio praticamente immediato, la riduzione drastica del dolore, la diminuzione delle infezioni ed il vantaggio estetico di cicatrici millimetriche .
L’intervento si svolge , in anestesia loco-regionale, e in day Hospital,  grazie a degli strumenti miniaturizzati. Tramite degli accessi puntiformi è possibile  correggere tutti i difetti meccanici e le alterazioni degli assi del piede 
Ossia tramite 3 buchini si possono effettuare osteotomie  ("fratture" create artificialmente)   e  sezioni dei tendini  riportando in asse le ossa dei metatarsi e delle falangi e ripristinando la  funzionalità 
Questa tecnica non impiega nessun mezzo di sintesi come chiodi , fili , viti o cambre ma alla fine dell’intervento si confeziona solo un semplice bendaggio che dovrà esere portato x 4 – 6 settimane
Il carico è immediato con l’uso di una speciale scarpa a piatto